L'incontro tra i musicisti Enrico Gabrielli, Gianni Chi e Mario Frezzato, ha generato negli anni una serie di performance legate all'essenza e al valore simbolico dell'ambiente, in interazione con altri linguaggi espressivi.

Un percorso condiviso nel tempo con altri musicisti (Guido Frezzato, Manny Pardeller, Claudio Montafia, etc.), video-artisti (Luciano Costa, Morgan Menegazzo), fotografi (Simone Poltronieri) e il Gruppo di Arte Contemporanea "Koinè".

Le modalità creative prendono forma in strutture funzionali a ciascun evento, dove improvvisazione e logica definiscono le dinamiche espressive. Il risultato è unico e irripetibile.

Un viaggio che si rinnova nell’incontro di luoghi e persone... che si alimenta di idee, sogni e suggestioni, con l'unico obiettivo di vivere una dimensione est-etica dell’esperienza attraverso il suono.

Un piccolo omaggio all’Utopia.